.

  passacantando [ uno di purissima razza umana ]
         

Se il cuore dei cristiani non è agli avamposti, la giustizia nel mondo sarà sempre alla retroguardia, con il sovraccarico di una livrea o la minaccia continua di una rivolta. (Don Primo Mazzolari, Adesso, 1949)

Credo occorra custodire in se stessi, intimamente, un'anima rivoluzionaria, operando però nel concreto, tenacemente, realisticamente, instancabilmente e senza sentirsi mai soddisfatti, riformando e rinnovando. (Benigno Zaccagnini)


3 gennaio 2012

A doppio taglio

Sara' pure giusto rinunciare all'acquisto, gia' programmato, di un bel nugolo di cacciabombardieri per impiegare altrimenti il denaro (non poco) gia' destinato
Il problema e': come spiegarlo ai dipendenti del gruppo Finmeccanica che lavoreranno alla loro costruzione?




permalink | inviato da passacantando il 3/1/2012 alle 23:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



15 dicembre 2011

Società multietnica

Ci voleva la comunità senegalese - alla quale va tutta la solidarietà e la stima di questo blog - per dire una cosa ovvia e giusta, che nessun italiano si è ancora sognato di dire: Casa Pound VA CHIUSA E MESSA FUORI LEGGE.




permalink | inviato da passacantando il 15/12/2011 alle 9:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



7 dicembre 2011

In chiave psicologica

Vedere i nuovi ministri all'opera chiarisce alcune cose sui successi elettorali del Satana e dei suoi.

Vedere i nuovi ministri all'opera ti dà la misura della distanza che passa tra te e la carica di ministro (vedere e sentire la Fornero ti fa dire anche: vai così! mai più sgallettate al governo!).

Invece vedere e sentire i ministri del Satana (primo, secondo o terzo governo a piacere), con qualche eccezione, ti induceva a pensare che, caspita!, se è ministro quello (o quella) posso ben diventarlo io, anche domani. Anzi, sarei senza dubbio molto meglio di quello (o quella). E non si sbagliava a pensarlo.

Ecco una ragione per cui i governi del Satana riuscivano simpatici a molti: davano a tutti la speranza di arrivare un giorno ai vertici.

Quelli di oggi, invece, rendono comprensibile a tutti, anche all'uomo delle taverne, che certe posizioni, in una nazione normale, toccano solo a quelli molto bravi.




permalink | inviato da passacantando il 7/12/2011 alle 17:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



22 novembre 2011

Memento

In questi giorni qualcuno critica a posteriori le privatizzazioni degli anni '90 perché resero poco, perché il privato spesso non è meglio, perché il debito pubblico sta sempre lì ma intanto abbiamo venduto l'argenteria.

Ora, a parte il fatto che se il debito pubblico sta sempre lì c'è la responsabilità documentata del secondo e terzo governo del Satana, molti dimenticano le ragioni di quelle privatizzazioni. Oltre a "fare cassa" servivano a ridimensionare lo Stato, che, nel produrre di tutto (dall'acciaio ai panettoni), produceva anche fondi neri per i partiti e le correnti che lo occupavano.

Il caso Finmeccanica di questi giorni richiama tutto ciò alla memoria dei distratti.




permalink | inviato da passacantando il 22/11/2011 alle 17:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



21 novembre 2011

Sazi e disperati

Una città sazia e disperata. Così il vescovo Biffi, nel 1985, definì Bologna.

Solo la sazietà può aver spinto alcune nazioni occidentali ad aggirarsi nella disperazione istituendo matrimoni tra omosessuali o calpestando la differenza tra padre e madre con l'istituzione del "genitore 1" e "genitore 2".

Solo la sazietà può aver portato al centro del dibattito, in nome dei cosiddetti "diritti civili", temi che si contrappongono alla vita, tra strizzate d'occhio all'eutanasia e soppressione di embrioni per fini di ricerca.

E' bastata una crisi economica feroce per sgombrare il campo del dibattito pubblico da tanto superficiale disastro.

Anche in questa chiave va letto il risultato elettorale spagnolo. E' stato punito un governo tanto insuperabile nel perseguire "ideali" contrari all'uomo, quanto irresoluto e vacuo sui problemi concreti, a dimostrazione che la cialtroneria non è solo di destra.

Ovviamente questo blog, ieri, in Spagna, ha votato Rajoy.




permalink | inviato da passacantando il 21/11/2011 alle 17:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



16 novembre 2011

Neo Governo

Un Governo di altissima qualità. Rinfranca l'anima già vedere il giuramento, pochi ministri, nessun cialtrone.

Speriamo che duri fino al termine della legislatura.

Unico neo, che mi permetto di cogliere da addetto ai lavori: perché una penalista al Ministero della Giustizia quando il grande ammalato è il processo civile?




permalink | inviato da passacantando il 16/11/2011 alle 17:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



14 novembre 2011

Il giorno che Francesco diventò quatrano

Ogni volta che il Satana ci esarcebava le giornate (ed è capitato quasi tutti i giorni, tra le aggressioni alle istituzioni, alla democrazia, alla Costituzione e, da quattro mesi in qua, ai nostri privati patrimoni) mi sono figurato quello che avrei fatto il giorno della sua dipartita.

Caroselli mundial, sparo di petardi, cancellazione dello “zero” dalle caselle “sbronze in vita mia” o “canne in vita mia”, o chi sa cos’altro.

 

La sera del 12 novembre 2011 festeggiavamo il quarto compleanno di Francesco.

Serata che è andata tra mezze maniche al forno, un occhio a La Sette, spezzatino, chiasso di bimbi, un buon Tatone delle Terre di Aligi, un occhio al Ballarò Speciale, chiacchiere di adulti, torta coi puffi.

 

E così Francesco è diventato quatràno.

Quatràno, locuzione strettamente aquilana, derivante, pare, dallo spagnolo “cuatros anos”, che segnava l’età nella quale, per la prima volta, si veniva iscritti all’anagrafe. Formalità reputata inutilmente gravosa per le età minori, perché quasi certamente destinata ad essere seguita, di lì a poco, dalla cancellazione per morte.

Da lì “los cuatros anos” indicò una categoria di cittadini, i più piccoli, e, con trasposizione popolana, i bambini, i quatràni, appunto.

E poi, genericamente, i giovani, quatràni anch'essi.

“E’ quatrano” (è giovane), oppure “è ‘nu bravo quatrano” (è un bravo ragazzo, valido anche per l’ottantenne che parla del proprio coetaneo), oppure "è 'na bella quatrana" (va tradotto?), oppure, in politica, “làssiji fà, so’ quatrani” (lasciali perdere, sono rottamatori).

 

Insomma, il 12 novembre 2011 abbiamo festeggiato Francesco che diventava quatràno.

Ogni successivo compleanno sarà, per noi, un piccolo 25 aprile.




permalink | inviato da passacantando il 14/11/2011 alle 10:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



10 novembre 2011

Nèa demagogia

"Si paventa un governo che risponde al sistema bancario, al sistema finanziario e addirittura a quello della speculazione. Non e' il sistema degli interessi dei cittadini italiani che non sono fatti dalle banche. Bisogna distinguere la realtà dalla disinformazione che è ormai in mano al sistema bancario e finanziario. Abbiamo creato Idv per difendere i deboli e bilanciare la legalità della politica. I ceti deboli non debbono essere usati come carne da macello per far quadrare i conti. E' troppo facile dire che per raggiungere questo obiettivo si può colpire chiunque. Questa idea per me è inaccettabile" (Antonio Di Pietro).

Forse non è chiaro (a persone pur intelligenti) che se non nasce il governo Monti i ceti deboli saranno di sicuro carne da macello.

E non chi sa quando: tra meno di dieci giorni.

I ricchi un gruzzolo all'estero ce l'hanno; i più poveri tra i ricchi hanno almeno cinquantamila euro in contanti nella cassaforte di casa. Quando i ceti deboli faranno la fila davanti alle banche chiuse, i ricchi saranno al tepore davanti al caminetto. Preoccupati anche loro, ma al tepore.

 (a scanso di equivoci: io non sono ricco ed a casa non ho cassaforte)




permalink | inviato da passacantando il 10/11/2011 alle 17:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



9 novembre 2011

Il faro sul Colle

Questa giornata di tregenda - meritato frutto delle "dimissioni non dimissioni" del Satana e della confusione politica che ne segue - si chiude con il raggio di sole della nomina di Mario Monti a senatore a vita.

Con ciò il Presidente della Repubblica ha inviato ai mercati un chiaro messaggio: non c'è solo un'Italia mefitica, c'è anche un'Italia pulita e colta, tecnicamente dotata. Questa Italia fa corpo unico in questo momento tragico.

Da oggi tutti sappiano che Mario Monti gode della mia illimitata fiducia - manda a dire Napolitano ai mercati, ma anche alle forze parlamentari - ed il suo prossimo governo, che certamente sorgerà dal lavorio di questi giorni e di queste ore, nasce sotto i miei auspici in un quadro di emergenza nazionale e di unità. E chi si contrapporrà sappia che si sta contrapponendo alla Nazione.

La conclusione va da sé: sta per nascere il Governo del Presidente, ma soprattutto il timone della nazione sta per passare in mani capaci e pulite.




permalink | inviato da passacantando il 9/11/2011 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



7 novembre 2011

Da quelle parti qualcuno si è arricchito?

Convinto di essere un grande imprenditore, non ci ha mai creduto quando gli dicevano che il giorno della sua uscita di scena - per qualsiasi, proprio qualsiasi, motivo - sui famosi mercati sarebbero corsi fiumi di champagne e spumante.

Oggi, per convincerlo, gli hanno chiesto: "Facciamo la prova?". E lui, con un sospiro, ha acconsentito: "Facciamo la prova".

Così uno dei famigli stretti ha annunciato al mondo l'imminenza delle dimissioni del Satana.

E i famosi mercati hanno sparato mortaretti e brindato.

"Visto?" gli hanno detto. "Vabbé, vabbé ho capito. Ora basta. Il gioco non mi diverte", ha risposto seccato.

Allora un altro famiglio stretto, e poi il Satana stesso, hanno smentito categoricamente. Si sono spenti i mortaretti, hanno taciuto putipù e tricchebballacche e, come usa dire, i mercati hanno ritracciato.

Va a vedere che qualche cortigiano, oggi, si è portato a casa un gruzzoletto.




permalink | inviato da passacantando il 7/11/2011 alle 17:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



4 novembre 2011

Dopo Santoro

Finalmente un programma senza la camicia di forza della par condicio, che lega mani e piedi di programmi come Ballarò rendendoli ormai inguardabili.

Sono stufo dei politici in genere.

Non ne posso più di demagoghi alla Di Pietro, di replicanti ipocriti come tutti quelli del Pdl (che stanno lì solo a difendere l'indifendibile, e lo sanno), di papesse alla Finocchiaro.

Per questo funziona L'Infedele, con i suoi pochi politici ed i suoi molti professori, giornalisti e cittadini autorevoli, dove sono bandite le risse e perfino Sallusti rinuncia a comportarsi da bullo.

Santoro ha avuto la capacità, anche se costretto, di inventarsi un suo luogo di riflessione.

Lo usi bene: non ci ammorbi con i politici e le risse.




permalink | inviato da passacantando il 4/11/2011 alle 17:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



1 novembre 2011

La metafora di Tremonti

Particolarmente azzeccata fu la metafora sullo stato dell'economia mondiale con il mostro del videogame, che appena spunta fuori lo uccidi, ma non fai in tempo a rilassarti che ne è già uscito uno nuovo, più grande e più forte.

Nessuno dice che questa volta il mostro del videogame siamo noi. L'Italia.




permalink | inviato da passacantando il 1/11/2011 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



31 ottobre 2011

I pericoli di Sacconi

Essendo totalmente abusivo il titolo del suo libro (Ai liberi e forti), l'unico rischio che corre Sacconi è che qualche rigoroso e robusto cattolico lo prenda a calci nel di dietro.




permalink | inviato da passacantando il 31/10/2011 alle 10:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



19 settembre 2011

Ripresa delle trasmissioni

Ho lasciato il blog quasi tre anni fa, era Natale.
Da quel giorno è successo di tutto. Il terremoto del 6 aprile 2009, lo sfollamento, l'angoscia, la lotta, le corse, due case in affitto, i lavori di riparazione di casa, il rientro.
E prima del rientro la nascita del mio terzo nipote (Samuele) e della mia terza figlia (Chiara).
E la vita che continua, una normalità domestica che torna, ma una città, L'Aquila, ed una comunità da ricostruire.
Oggi è proprio il caso di riprendere il blog, perché non mi bastano più i commenti scambiati via sms con gli amici (Matteo in primis).




permalink | inviato da passacantando il 19/9/2011 alle 19:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



24 dicembre 2008

Auguri di buon Natale e buon anno a tutti!



Salvo imprevisti ci ritroviamo a partire dal 7 gennaio.
 




permalink | inviato da passacantando il 24/12/2008 alle 0:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



23 dicembre 2008

Chapeau!

Ferma restando la singolarità della sua nozione di etica, a Luciano D'Alfonso va dato atto dell'atteggiamento aperto e trasparente assunto nell'interrogatorio di garanzia.
Otto ore per spiegare e chiarire ogni fatto addebitato con il risultato della quasi certa revoca della misura cautelare, fatto che, soprattutto alla vigilia di Natale, va accolto con gioia per chiunque.

Colpisce la differenza con l'atteggiamento tenuto da Ottaviano Del Turco in analoga circostanza: un'ora a ruota libera sulla filosofia della politica e poi silenzio sdegnoso sui fatti dell'inchiesta.




permalink | inviato da passacantando il 23/12/2008 alle 20:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



18 dicembre 2008

Etica

Mi ha sempre lasciato perplesso la nozione di etica del pubblico amministratore secondo Luciano D'Alfonso.
In soldoni essa era la seguente.
E' etico il pubblico amministratore che fa ciò che promette e che è in grado di fare ciò che promette.
E' etico l'amministratore fattivo che realizza opere in favore della comunità.
Non è etico l'amministratore che non fa ciò che promette, oppure che assume incarichi che sa di non poter assolvere.
Punto.

Come dire che un avvocato è etico se accetta soltanto un incarico che sia in grado di assolvere e lo svolga con perizia.
E' fuori da ogni valutazione etica, invece, l'eventualità successiva che si perda nelle sue tasche parte del denaro ottenuto per il cliente.




permalink | inviato da passacantando il 18/12/2008 alle 11:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



17 dicembre 2008

Moderati

Per il commissariamento del PD abruzzese (ma chi commissaria il PD nazionale?) si fanno i nomi di Massimo Brutti, Gianni Cuperlo, Livia Turco.

Non hanno pensato a Pietro Secchia solo perché è morto.




permalink | inviato da passacantando il 17/12/2008 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



16 dicembre 2008

Affondare nella melma

Ciò che è iniziato con l'arresto di Del Turco si è compiuto nelle urne, con la sacrosanta punizione del PD.
A quel punto - mancava poco alla mezzanotte - la notizia dell'arresto di Luciano D'Alfonso ha avuto il suono delle viti che chiudono la bara.

Qualcuno dovrà spiegare a Veltroni ed agli altri mandarini che gli elettori hanno capito che nel PD va avanti soltanto chi è capace e/o disposto a procurare, con qualsiasi mezzo, i soldi delle campagne elettorali e dei tesseramenti.
E gli elettori hanno capito che i dirigenti nazionali, tutti, due o tre esclusi, - quando pure non maneggino direttamente denaro illecito - offrono consapevole copertura ai procacciatori di denaro illecito.
Infine le giovani leve, quelle che ancora non occupano posti di potere o li occupano in periferia, sono della stessa risma, perché cresciute a quella scuola (del resto, i quarantenni ladri di oggi sono quelli che, prima di tangentopoli, avevano venti anni: come si vede il sistema si è riprodotto alla perfezione; e si rischia di continuare così).

E non è neanche questione di essere ex socialisti od ex democristiani, perché se Del Turco è stato arrestato e Luciano D'Alfonso pure, neanche Bassolino, da parte sua ... si sente tanto bene.

In questo quadro i pericoli per la democrazia sono sotto gli occhi di tutti.
C'è una crisi economica di portata storica, i cui effetti più gravi sono, forse, lontani dall'essersi tutti manifestati.
C'è già la disperazione di tanti concittadini.
Ci sono un governo con forti tentazioni autoritarie ed il diffondersi impunito di uno squadrismo di periferia xenofobo e fascista.

Chi farà l'opposizione ad un ipotetico regime?
I nostri mandarini?
E chi con loro?
Io, ad esempio, non ne vorrò sapere, perché opporsi ad un regime è dura, ma si può fare.
Però farlo, dovendo difendere dai propri compagni la tasca del portafogli, è davvero insostenibile.

(per maggior cordoglio, Mimmo Srour, il candidato che con altri amici ho sostenuto, è rimasto fuori del Consiglio regionale; è tempo di riflettere, ma con calma ed insieme a tutti: ogni decisione a dopo le Feste)




permalink | inviato da passacantando il 16/12/2008 alle 11:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



10 dicembre 2008

Io voto Mimmo Srour

A prescindere dall'insoddisfazione (con venature di disprezzo) che nutro verso il PD, io, alle prossime regionali abruzzesi, voto e faccio votare Mimmo Srour.
Prevale l'elemento personale: a prescindere dal partito nelle cui liste è candidato, sarebbe un peccato se un candidato così restasse fuori dal Consiglio regionale d'Abruzzo.




permalink | inviato da passacantando il 10/12/2008 alle 8:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     dicembre       
 


Ultime cose
Il mio profilo



Avvenire
Clarisse di Paganica
Parrocchia San Sisto L'Aquila
Monastero di Bose
Edizioni Qiqajon
Bene Comune
Aggiornamenti Sociali
Circoli Dossetti
Fondazione Giuseppe Lazzati
Don Primo Mazzolari
Enne Effe Nuova Fase
Il Regno
MEIC
Associazione Scienza e Vita
Dice Che
Abruzzo and Food
Fucine Mute
Il Carogna


Blog letto 36787 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom